Ieri a Milano s’è svolto l’incontro tra l’attuale ministro degli interni Salvini e il Premier ungherese Orban. Qual ghiotta occasione per l’accozzaglia sinistroide (disobbedienti e autonomi ovviamente compresi) che non ha aspettato un secondo a indire e/o partecipare alla triste contestazione. Chissà… magari per conquistarsi la simpatia di qualche onesto cittadino. Fa sorridere il tira…