Nato dalla carica antiautoritaria che la merda movimentista non è riuscita a uccidere, Parole al vento non è un mero calendario di eventi e appuntamenti quanto invece uno strumento telematico contenente approfondimenti, avvenimenti, riflessioni e in generale testi anarchici. Non rappresenta alcuna collettività e nemmeno aspira a farlo: è anzi espressione di un’individualità in lotta contro il riconoscimento di qualunque autorità che non sia quella dell’Io.

 


 

As it came to life from the antiauthoritarian drive that the movement shit didn’t manage to kill off, Parole al vento is not a mere calendar of events and appointments but is a telematics instrument comprising analysis, events, thoughts and anarchist texts in general. It doesn’t rapresent any collective nos does aspire so: on the contrary it is the expression of individuality in struggle against the acceptance of any authority which is not that of Self.